Filo Rosso

 



ENTRO IL 31 GENNAIO 2016

RADIO E TELEVISIONE - Versamento del canone RAI annuale o della rata trimestrale o semestrale di abbonamento alla radio o alla televisione. La legge di Stabilità 2016 - che ha introdotto il pagamento nella bolletta elettrica del canone RAI per gli apparecchi ad uso domestico - NON ha previsto novità in materia di contratti a canone speciale, quali sono quelli sottoscritti dalle associazioni per l’uso di apparecchi presso le proprie sedi, per cui devono ritenersi invariati termini, importi e modalità vigenti per il 2015. Il canone annuale TV per la categoria che interessa anche i circoli è pari ad € 203,70. L'importo per l'abbonamento alla radio quota a € 29,94. Si può provvedere al rinnovo tramite bollettino di c/c postale n. 2105 o con domiciliazione bancaria precedentemente autorizzata su moduli trasmessi dalla Rai. Nel secondo caso non si potrà rateizzare, e sarà possibile solo il versamento annuale integrale. Si rammenta che i centri sociali per anziani gestiti da ONLUS e da ASSOCIAZIONI di PROMOZIONE SOCIALE le cui finalità rientrino nei principi più generali del sistema integrato di interventi e servizi sociali previsto dalla legge 8 novembre 2000, n. 328 ed in particolare siano volte alla socializzazione ed all'integrazione delle persone anziane, sono esentati dal pagamento del canone annuo di abbonamento alle radiodiffusioni (cfr. art. 92 della Legge 27 dicembre 2002, n. 289) e l'esenzione è concessa previa richiesta annuale da presentarsi al S.A.T. – Sportello Abbonamenti alla Televisione di Torino – Casella postale 22 – 10121 Torino, allegando copia atto costitutivo e statuto). Sempre per la radio e la televisione deve essere versata la tassa di concessione governativa nella misura di € 0,70 per la radio e di € 4,13 per la televisione, tramite bollettino postale sul c.c. p. n° 8003 intestato all’Agenzia delle Entrate, Centro Operativo di Pescara – tasse CC.GG. codice tariffa 7616

DAL 1 FEBBRAIO 2016

Dichiarazione Iva - Inizia a decorrere il termine per presentare la dichiarazione Iva annuale con modalità separata dal modello Unico 2015. Si rammenta che tale modalità, per le associazioni con periodo di imposta coincidente con l’anno solare, è consentita solo se dalla dichiarazione emerge un’Iva annuale a credito. Si rammenta, altresì, che l’utilizzo in compensazione orizzontale dei crediti Iva annuali per importi superiori a € 5.000,00 è consentita solo a partire dal sedicesimo giorno del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione. E’ utile precisare che la presentazione della dichiarazione Iva annuale entro febbraio 2016 esonera dalla presentazione della Comunicazione Annuale Dati Iva. Si ricorda che le associazioni che svolgono attività commerciale in regime forfetario ex L. 398/91 sono ESONERATE da entrambi gli adempimenti (comunicazione annuale Iva, dichiarazione Iva).

ENTRO IL 29 FEBBRAIO 2016

Certificazione Unica 2016. Le associazioni che hanno erogato nel 2015 redditi di lavoro dipendente e assimilati, nonché redditi di lavoro autonomo, dovranno procedere entro tale termine a consegnare ai percettori la certificazione unica degli emolumenti e relative ritenute Irpef attraverso il modello di certificazione unica, CU2016, predisposto dall’Agenzia delle Entrate. Tra i rapporti di lavoro interessati: lavoro subordinato e parasubordinato (collaboratori), lavoro autonomo professionale o occasionale, associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro (si rammenta che, dal 25 giugno 2015, data di entrata in vigore del cosiddetto “codice dei contratti”, non è più possibile instaurare rapporti di lavoro corrispondenti a quest’ultimo tipo, né rinnovarli, ma solo procedere fino a scadenza del contratto in corso).

SIAE - Pagamento alla SIAE dei piccoli diritti musicali (musica d’ambiente) sugli apparecchi radiotelevisivi, juke-box, impianti stereo, ecc., in base all’accordo ARCI–SIAE (e successive variazioni tariffarie), mediante presentazione della dichiarazione contenuta nel certificato di adesione all’ARCI.

Comunicazione annuale dati IVA - Termine ultimo entro cui presentare la Comunicazione Annuale Dati Iva per le associazioni che esercitano attività commerciali al di fuori del regime ex L. 398/91. Tale adempimento si considera assolto con la presentazione, entro il 29.02.2016, della dichiarazione Annuale Iva e comunque non riguarda le associazioni in regime ex l. 398/91 (cfr. sopra).
ENTRO IL 7 MARZO 2016

CU2016 all’Agenzia delle Entrate. Le certificazioni uniche rilasciate entro il 28 febbraio 2016 ai percettori di emolumenti (v. sopra), devono essere altresì trasmesse all’Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo dell’anno successivo. L’adempimento si assolve esclusivamente con modalità telematiche, direttamente o tramite un intermediario (Caf, dottori commercialisti ecc..). Ricordiamo che per ogni certificazione errata o omessa è prevista una sanzione pari a 100 euro. Se si procede entro 5 giorni dalla scadenza a inviare un modello Cu sostitutivo di quello errato, la sanzione non si applica.

ENTRO IL 16 MARZO 2016

Apparecchi Meccanici - Pagamento, tramite mod. F24, dell’imposta sugli intrattenimenti relativa all’utilizzo dei giochi meccanici (biliardi, flipper, bigliardini, ecc.). L’imposta è determinata con modalità forfetarie, applicando l’aliquota prescritta per ciascuna tipologia di apparecchio/gioco agli imponibili medi stabiliti dall’AAMS (ora incorporata nell'Agenzia delle dogane).

ENTRO IL 31 MARZO 2016

Variazioni EAS - Comunicazione all’Agenzia delle Entrate, tramite il modello EAS, circa eventuali variazioni alle dichiarazione rese nei punti 4; 5; 6; 25 e 26 del modello originario. In ogni caso non vanno comunicate variazioni dei dati identificativi dell’ente e del legale rappresentante.

ENTRO IL 10-20 APRILE 2016

Comunicazione Polivalente (Spesometro) - L’adempimento riguarda tutti i soggetti Iva incluse le associazioni in regime forfettario. Per le operazioni senza obbligo di emissione della fattura (generalmente giustificate da scontrino o ricevuta fiscale), il limite da cui scatta l'obbligo di inserimento nello spesometro è fissato a 3.600 euro (al lordo dell'Iva). La comunicazione deve essere effettuata per via telematica attraverso Fisconline o Entratel oppure avvalendosi degli intermediari abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni. La scadenza è fissata al 10 aprile per i soggetti con liquidazione Iva mensile e al 20 per quelli con liquidazione trimestrale.

ENTRO IL 30 APRILE 2016

Raccolte Pubbliche di Fondi. Scade il termine entro il quale deve essere redatto lo speciale rendiconto degli enti non commerciali per le attività di raccolte pubbliche di fondi effettuate nel 2015.

ENTRO IL 16 GIUGNO 2016 UNICO 2016. Liquidazione delle imposte sui redditi del 2015 per le associazioni con periodo di imposta coincidente con l’anno solare. Si versa il saldo relativo all’anno precedente e il primo acconto per il 2016. Il versamento può essere rinviato al 16 luglio applicando la sovrattassa dello 0,4%. IMU. Scade il termine per conguagliare l’IMU sugli immobili posseduti nel 2015. Entro lo stesso termine si versa il 1° acconto per il 2016. L’adempimento riguarda tutte le associazioni che vantino diritti reali su beni immobili, anche se sedi di attività istituzionali, qualora queste ultime siano condotte con modalità “commerciale”, circostanza che il d.m. n. 200/2012 intende verificata se gli associati o i terzi corrispondano per esse corrispettivi specifici di importo non simbolico.

ENTRO IL 30 GIUGNO 2016

IMU/TASI/TARI: dichiarazione. Scade il termine per la presentazione della dichiarazione IMU/TASI/TARI per gli immobili acquistati/ceduti a qualsiasi titolo (oneroso o gratuito) dagli enti non commerciali nel corso dell’anno 2015. L’invio all’Agenzia delle entrate è previsto solo con modalità telematiche.

ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2016

Remissione in bonis. Termine ultimo per avvalersi dell’istituto della remissione in bonis. Riguarda le associazioni che non hanno presentato il mod. EAS nei termini (60 giorni) dalla costituzione. Ricordiamo che il ravvedimento può perfezionarsi, al più tardi, entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile, per cui la data indicata non riguarda i casi di “vecchie” omissioni ai fini EAS ma interessa, ad esempio, un’associazione che si sia costituita nel mese di dicembre 2015 e non presenti l’EAS entro i successivi sessanta giorni. E’ necessario versare, contestualmente all’invio del modello, l’importo di € 258,00 attraverso il modello di delega unificata F24, indicando il codice tributo 8114. L’importo non può essere compensato con eventuali crediti di imposta.

Dichiarazioni Redditi, Iva, Irap. Per le associazioni con periodo di imposta coincidente con l’anno solare scade il termine di presentazione all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione dei redditi per l’anno 2015, così come della dichiarazione Irap e di quella Iva (quest’ultima inviabile anche con modello UNICO). L’adempimento riguarda tutte le associazioni dotate di partita Iva, così come quelle che abbiano prodotto redditi da dichiarare in UNICO; tenuto conto dei casi più comuni: redditi di impresa - occasionali o abituali – redditi da fabbricati, redditi diversi (esempio, corrispettivi da sublocazione di immobile).
La trasmissione può avvenire solo con modalità telematiche.

Osservatorio Legislativo
Ufficio Studi

 


Arci Direzione Nazionale
Osservatorio Nazionale sulla Legislazione
Via Dei Monti di Pietralata, 16 - 00157 ROMA
tel. +39 06.41609508 - fax +39 06.41609275
P.IVA: 04304141007

Copyright 2012
Powered by Medianet